Un’azienda solo OpenSource

Cosa vuol dire “Progetto azienda digitale Opensource”?

Dopo 25 anni circa di lavoro nel mondo dell’Information Technology, il campo che più di tutti si basa e rappresenta l’innovazione, avendo fatto esperienza sia nel privato che nel pubblico, in molti settori diversi, credo di aver compreso un concetto fondamentale valido quasi sempre: l’idea o l’invenzione è secondaria, quello che conta è la parte economica/commerciale ed è ciò che ne determina l’uso e la diffusione indipendentemente da quanto queste siano geniali o vincenti.  Il mercato e la trovata commerciale decidono se qualcosa diventa davvero innovazione.

Per smentire subito la mia premessa, nel 1989, qualcuno ha avuto un’idea rivoluzionaria, la GNU Public License (GPL). Una licenza commerciale per il software, molto discussa con innumerevoli interpretazioni ma che principalmente esprime un concetto fondamentale: garantire la libertà di utilizzo del software dallo sfruttamento economico.

La mia intenzione qui non è fare disquisizioni filosofiche o dibattiti, ma valutare concretamente a distanza di 20 anni quanto l’Opensource (abbreviato in O.S.) abbia cambiato le cose, creato innovazione e soprattutto quanto di tutto questo sia diventato reale ed utilizzabile nel quotidiano e nel lavoro, rispondendo ad una domanda pratica:

E’ possibile informatizzare (o digitalizzare) un’azienda utilizzando esclusivamente prodotti OpenSource?